Virginia


L’America Settentrionale comprende gli Stati Uniti d’America e il Canada. È una delle regioni meno popolate del mondo.

Le zone più abitate sono quelle vicine alle coste, special-mente quelle dell’Oceano Atlantico;le zone meno abitate sono quelle dell’estremo nord. In Canada le città più popolose sono Toronto, Montreal e Vancouver. Negli Stati Uniti sono New York, Los Angeles e Chicago.

Le lingue più parlate sono quelle portate dai colonizzatori europei. Negli Stati Uniti e nella parte più popolosa del Canada si parla l’inglese. Ma negli Stati Uniti ci sono anche 30 milioni di persone che parlano lo spagnolo e nel Quebec canadese ci sono 7-8 milioni di abitanti di lingua

francese. In alcune zone si parlano ancora circa una dozzina di lingue degli abitanti originari del Nord America, parlate però dato che persone, forse un milione in tutto.

La religione più praticata dagli abitanti di lingua inglese è il Protestantesimo; quella degli abitanti di lingua francese e spagnola è il Cattolicesimo. Sono molte anche le persone che praticano la religione ebraica. L’America Settentrionale è la regione più ricca del mondo: gli Stati Uniti sono la prima potenza economica mondiale. Le attività del settore primario, cioè dell’agricoltura, producono cereali, ortaggi, frutta, pesce, carne, latte, burro, zucchero, cotone, tabacco, legname. Il Canada e gli Stati Uniti sono i maggiori esportatori di cereali del mondo. Il sottosuolo è ricco di gas naturale, carbone, petrolio, ferro, rame e zinco, oro, argento, minerali naturali e uranio. Le industrie si trovano soprattutto nella regione dei Grandi Laghi (Chicago, Montreal), nella grande regione intorno a New York (da Boston a Washington),e intorno a Los Angeles, sulla costa del Pacifico.

  • geografia

La Virginia confina con la Virginia Occidentale, il Maryland, ed il Distretto di Columbia (al di là del fiume Potomac) a nord, con la Carolina del Nord e il Tennessee a sud, con il Kentucky e la Virginia Occidentale ad ovest, mentre ad est si apre sulla baia di Chesapeake e sull'Oceano Atlantico. La baia di Chesapeake determina la separazione delle coste orientali dello stato dalla penisola di Delmarva che si frappone fra queste e l'oceano. La penisola di Delmarva è infatti territorio del Maryland (parzialmente anche del Delaware per la parte che si affaccia sull'oceano ad est) tranne però che per l'ultima lunga appendice che è un exclave della Virginia, essendo un territorio completamente slegato dal resto dello stato.

  • politica

Dopo che William Mahone ed il Readjuster Party persero il controllo della politica virginiana intorno al 1883, il Partito Democratico mantenne, con grandi maggioranze e per oltre 85 anni, le cariche elettive a livello statale e federale. Nel 1970, A. Linwood Holton Jr. divenne il primo governatore Repubblicano del XX secolo.

Negli anni successivi, i repubblicani guadagnarono molte posizioni e, per un periodo, controllarono entrambe le camere della Virginia General Assembly, come pure il seggio di governatore dal 1994 al 2002, quando i democratici portarono al governatorato Mark Warner.

I Repubblicani hanno recentemente perso uno dei due seggi al Senato, strappato nel 2006 dal democratico Jim Webb all'esperto George Allen. Il Vice Governatore dello stato è repubblicano, come pure il Procuratore Generale.

Il governatore in carica è il repubblicano Bob McDonnell, succeduto nel 2010 al democratico Tim Kaine che a sua volta seguiva un altro democratico, Mark Warner divenuto poi senatore.
A livello presidenziale la Virginia è stata a lungo considerata una roccaforte Repubblicana; l'ultimo candidato Democratico ad ottenere i Voti Elettorali della Virginia era stato Lyndon Johnson nel 1964. Nelle Elezioni Presidenziali del 2008, i 13 voti elettorali sono stati vinti dal democratico Barack Obama, ponendo fine ad un dominio Repubblicano lungo 44 anni. Le ragioni del successo Democratico (impensabile fino a pochi anni fa), vanno ricercate nei cambiamenti socio-economici che hanno attraversato questo stato negli ultimi tempi, rendendolo sempre più simile al vicino Maryland (storica roccaforte Democratica) e sempre più differente dai tradizionali stati del Sud. Un contributo decisivo è stato dato anche dalla grande affluenza della numerosa comunità afro-americana alle urne, decisiva per la vittoria di Obama.
Dal punto di vista giuridico-penale lo statuto della Virginia ammette la pena di morte per via di iniezione letale.