L'America in generale:
Il continente americano è composto da due grandi masse continentali: l’America Settentrionale e l’America Meridionale. Le
due Americhe sono unite da un grande istmo e sono bagnate
dall’Oceano Atlantico a est e dall’Oceano Pacifico a ovest.
La parte tra le due Americhe comprende il Messico e gli Stati che si trovano sull’istmo e sulle isole vicine. Questa zona viene chiamata America Centrale.

AMERICA CENTRALE:
L’America Centrale comprende il Messico e una ventina
di piccoli e piccolissimi Stati che si trovano lungo l’istmo
o nelle isole dell’arcipelago delle Antille.
L’America Centrale è in gran parte montuosa. Le catene montuose più importanti si trovano in Messico e sono: la Sierra Madre Orientale(dove si trova l' Orizaba, la montagna più alta del Messico) e la Sierra Madre Occidentale. Anche nell’istmo ci sono montagne alte e le isole delle Antille sono le cime di
una catena montuosa sotto marina. Tutti gli Stati dell’America
Centrale si affacciano sul mare: sull’Oceano Atlantico a nord
e a est,sull’Oceano Pacifico a sud e a ovest. Fra le isole e il
continente vi sono il Golfo del Messico e il Mar dei Caraibi.
Il clima è, generalmente, tropicale, caldo e umido. Sui rilievi più alti il clima è di tipo alpino. Nella zona del Golfo
del Messico, di Cuba e degli Stati bagnati dal Mar Caraibico vi sono,ogni anno,numerosi uragani.
cuba.jpgCARTINA CUBA

CUBA:
La Repubblica di Cuba è un arcipelago dei Caraibi settentrionali, posto tra il Mar dei Caraibi, il Golfo del Messico e l'oceano Atlantico. Verso nord si trovano gli Stati Uniti e Bahamas, ad ovest il Messico, a sud le Isole Cayman e la Giamaica, e a sud-est Haiti.
Cuba non è solamente un'isola, ma anche un arcipelago che comprende quasi 4200 isole e isolette dette cayos che circondano l'isola principale. È situata nella parte settentrionale del vasto arcipelago dei Caraibi ed è la sua isola più grande. A nord si trovano gli Stati Uniti, separati da Cuba dallo Stretto di Florida largo solo 180 km e l'Oceano Atlantico Settentrionale.
A ovest si trova il Canale dello Yucatán che la separa dal continente centro-americano, a sud il Mar dei Caraibi e ad est il canale Sopravento che la separa da Haiti. La Repubblica occupa l'intera isola, e le varie isolette circostanti, come l'Isola della Gioventù (Isla de la Juventud), con l'eccezione della Baia di Guantanamo, una base navale che è stata data in "prestito" agli Stati Uniti nel 1903.

CLIMA:
La forma allungata dell'isola, la sua disposizione sull'asse est-ovest e la modesta differenza di latitudine fra le sue estremità, rendono l'isola uniforme dal punto di vista climatico, caratterizzato dal soffio costante degli Alisei che provengono dall'Oceano Atlantico. Il clima tropicale viene diviso in due stagioni, secco nel periodo invernale, da novembre ad aprile e umido da maggio a ottobre. Le temperature sono comprese tra 20° e 30° e le precipitazioni sono abbondanti e di forte intensità nel periodo estivo.
La temperatura dall'acqua del mare, anche per la presenza della vicina corrente del Golfo, oscilla tra i 26° d'inverno e i 28-30° del periodo estivo. Durante la stagione umida, in particolare fra settembre ed ottobre, si possono verificare gli uragani, sistemi depressionari molto profondi, di estensione variabile tra i 150 e i 600 km di diametro, che riescono a sviluppare venti di straordinaria intensità (fino a 300 km/h) e piogge torrenziali inondanti, che causano gravi problemi alla popolazione cubana.

CIBO:
Tipica bevanda cubana è il rum, e hanno avuto origine nell'isola anche alcuni cocktail, sempre a base di rum, come il Mojito, il Cuba libre e il Daiquiri. I cubani sono grandi consumatori di carne suina, pesce, fagioli e riso (moros y cristianos). Si usano molto anche vari tipi di frutta e vegetali.
RUM:ron_palma_mulata_cuban_rum.jpg
Il rum è l'acquavite ottenuta dalla distillazione della melassa della canna da zucchero.

TURISMO:
Il turismo a Cuba si sta sviluppando a passi da gigante, diventando una delle voci più importanti dell'economia dell'isola, stretta dalla morsa del blocco commerciale imposto dagli USA. Proprio per questa importanza economica, nel 2003 si sono verificati decine di attentati terroristici ai danni delle infrastrutture turistiche e dirottamenti di mezzi pubblici di trasporto per indebolire il governo, perpetrati da cellule anticastriste. Al termine di questi attacchi, tre terroristi furono processati e giustiziati.